Image
Image
SOLUZIONI WEB

SOLUZIONI WEB

Supporta il processo di valutazione e definizione degli obiettivi che l'azienda vuole raggiungere.
SEO

SEO

Vuol dire ottimizzazione dei motori di ricerca’. ma cosa significa esattamente ottimizzare i motori di ricerca una pratica volta ad aumentare la quantità e la qualità del traffico verso un sito web attraverso i risultati di ricerca organica.’
SITI ECOMMERCE

SITI ECOMMERCE

Migliora l'esperienza di acquisto, aumenta le vendite e da impulso al tasso di conversione
PUBBLICITÀ

PUBBLICITÀ

In internet le persone cercano cosa fare, dove andare e cosa comprare. il tuo annuncio può essere pubblicato  proprio nel momento in cui qualcuno cerca un prodotto o servizio simile a quelli che offri.un annuncio al momento giusto può convertire gli utenti in clienti sia quando si connettono da un computer  sia quando utilizzano un dispositivo mobile.
SOCIAL MEDIA

SOCIAL MEDIA

Se vuoi che il tuo business abbia successo è fondamentale attuare una strategia di comunicazione di marketing integrata, unendo la tua attività offline a quella online.
nessuna realtà imprenditoriale può prescindere dall’avere una presenza attiva sul web e sui social media, anzi, è importante porre in essere una comunicazione coerente che vada a integrare più canali: sito web + pagina facebook + profilo instagram + pubblicità online + email marketing, questa sì che è la combo perfetta!
CREAZIONE DI SITI WEB ISTITUZIONALI

CREAZIONE DI SITI WEB ISTITUZIONALI

Il sito istituzionale è un sito aziendale, ufficiale, che permette di identificare l'azienda nel web, farsi conoscere, proporre i propri prodotti o servizi, incrementare il proprio business
VIDEO AZIENDALE

VIDEO AZIENDALE

Si dice che un'immagine vale più di mille parole. allora un video ne vale un milione. oltre il 70% degli spettatori afferma che youtube li aiuta a scoprire nuovi brand.  c'è una probabilità 4 volte maggiore che le persone utilizzino youtube e non altre piattaforme per trovare informazioni su un brand, prodotti o servizi
CHIAMACI PER UNA CONSULENZA GRATUITA
GIANFRANCO 392 856 4071
Foggia

Foggia

Bari

Bari

Barletta-Andria-Trani

Barletta-Andria-Trani

Video

AZIENDE AMICHE

ferramenta salento
Confort legno
Frozen
Mega Project
Confort legno

SPONSOR

multiservice
ferramenta salento
de medio
Diagnostica Medica Azzurra
Marmi graniti salento
Desideria
frozen ice
Trenino Angelo Azzurro
Mega Project
Antonelli
Gazzabin
Garop
studionotaropelillo
confortlegno
croce rossa cri lecce

NEWS TGCOM 24

Tgcom24 contents
  • Via i riferimenti razzisti dai nomi scientifici delle piante
    20 Luglio 2024

     

    La valutazione sui nomi delle piante offensivi Gli scienziati presenti alla sessione sulla nomenclatura della vegetazione hanno anche deciso di creare un comitato speciale che si pronuncerà sui nomi dati alle piante, ai funghi e alle alghe appena scoperti. Questi vengono solitamente nominati da coloro che per primi li descrivono nella letteratura scientifica. Tuttavia, gli appellativi potrebbero ora essere annullatidal comitato se ritenuti dispregiativi nei confronti di un gruppo o di una razza. "Questo è un primo passo assolutamente colossale nell'affrontare una questione che è diventata un vero problema in botanica e anche in altre scienze biologiche", ha detto all'Observeril botanico Sandy Knapp del Museo di storia naturale di Londra, che ha presieduto la sessione di nomenclatura di sei giorni. 

     

    Il problema dei nomi razzisti agli animali Il problema dei nomi razzisti o legati a figure controverse si presenta anche nel mondo animale. Per esempio c'è uno scarabeo marrone senza occhi che prende il nome da Adolf Hitler, ovvero l'Anofthalmus hitleri, oppure esiste un tipo di falena chiamata Ipopta mussolinii. A differenze di quanto accaduto per le piante, la Commissione internazionale per la nomenclatura zoologica (ICZN) ha finora rifiutato di prendere in considerazione la possibilità di modificare le sue regole per consentire la rimozione di riferimenti razzisti o fascisti dai nomi scientifici degli animali.

     

    La ridenominazione sarebbe dirompente, mentre i nomi sostitutivi potrebbero un giorno essere considerati offensivi “poiché gli atteggiamenti cambieranno in futuro”, ha annunciato lo scorso anno lo Zoological Journal of the Linnean Society. Tuttavia, molti ricercatori hanno riconosciuto che nel prossimo futuro sarà necessario apportare alcune modifiche anche in questo ambito. Il botanico Knapp ha affermato: “La decisione dei botanici dovrebbe chiarire alla comunità scientifica coinvolta nella denominazione degli organismi la necessità di aprire conversazioni e di diventare più consapevoli e rispettosi riguardo a quali nomi dovrebbero essere consentiti.

  • Usa 2024, Vance: "Biden dovrebbe dimettersi ora"
    20 Luglio 2024
  • Missouri, scarcerata dopo 43 anni: "Era innocente"
    20 Luglio 2024

     

    La scarcerazione dopo 43 anni Per mesi il procuratore generale del Missouri ha tentato di tenerla dietro le sbarre. Dopo 43 anni in prigione a Chillicothe si è ora riunita alla sua famiglia. Secondo l'organizzazione Innocence Project, Hemme è stata la donna incarcerata ingiustamente per più tempo negli Stati Uniti. Il 14 giugno il giudice ha giudicato le prove presentate dagli avvocati "chiare e convincenti" dell'effettiva innocenza della donna e ha annullato la condanna. Il procuratore generale repubblicano Andrew Bailey si è opposto al rilascio in tribunale. L'8 luglio una Corte d'appello statale ha stabilito che la donna dovesse essere liberata e il 9 luglio Horsman ha deciso che Hemme dovesse essere rilasciata per tornare a casa con sua sorella. Ha anche rimproverato l'ufficio del procuratore Bailey per aver chiamato il direttore del carcere e aver detto ai funzionari della prigione di non rilasciare Hemme ignorando l'ordine del tribunale.

     

    I crimini commessi dietro le sbarre La scarcerazione di Hemme è stata complicata a causa delle condanne ricevute per crimini commessi mentre era dietro le sbarre. Ha ricevuto una condanna a 10 anni nel 1996per aver aggredito un lavoratore penitenziario con la lama di un rasoio e una condanna a due anni nel 1984per "essersi offerta di commettere violenza". Bailey aveva sostenuto che Hemme rappresentava un rischio per la sicurezza di se stessa e degli altri e che avrebbe dovuto iniziare a scontare quelle condanne adesso. I suoi avvocati hanno ribattuto che tenerla ancora in carcere sarebbe stato un "risultato draconiano".

     

    Le prove che hanno portato alla scarcerazione Il giudice Horsman, dopo un'analisi approfondita, ha concluso che Hemme era pesantemente sedata e in uno "stato mentale malleabile"quando gli investigatori l'hanno interrogata in un ospedale psichiatrico dopo l'omicidio. I suoi avvocati hanno descritto la sua confessione finale come "risposte spesso monosillabiche a domande importanti". A parte la confessione, nessuna prova la collegava al crimine, ha detto il pubblico ministero. Dopo essere stata scarcerata, la 64enne non ha voluto rilasciare dichiarazione ai giornalisti, ma è stata portata a visitare il padre, ricoverato in ospedale.

  • India, influencer cade in una cascata e muore: girava un video per i social
    20 Luglio 2024

     

    L'influencer morta mentre girava un video "È caduta in una zona rocciosa dura e scivolosa a circa 90 metri nella valle e inizialmente non era stata individuata", ha detto un soccorritore all'Economic Times. "È stata portata su utilizzando una barella attaccata a corde di discesa in corda doppia. Sei soccorritori sono scesi dalla collina, mentre altri 50 hanno prestato assistenza in cima alla collinetta". Per estrarre Kamdar dalla gola sarebbero state impiegate circa sei ore, ha riferito CBS News. La ragazza era ancora viva quando è stata recuperata ma è morta nel pomeriggio all'ospedale governativo Mangaon Taluka. Mentre stava girando un filmato su Instagram, avrebbe perso l'equilibrio ed è caduta nella gola.

     

    Chi era Aanvi Kamdar Aanvi Kamdar era nota su Instagram con l'account @theglocaljournal, dove condivideva foto e suggerimenti sui suoi viaggi. Nel suo ultimo post del 15 luglio aveva condiviso un video con i suoi cinque posti migliori in India da visitare durante la stagione delle piogge. La morte di Kamdar arriva a pochi mesi dal decesso di un altro influencer mentre realizzava contenuti sui social media. Giorgi "Tzane" Janelidze, content creator in ambito fitness, ha perso la vita a marzo dopo essere scivolato da un balcone ed essere caduto in un burrone in Calabria, in Italia.

  • Usa, Biden non vuole mollare ma altri dem lo abbandonano
    20 Luglio 2024
  • Trump: "Ho parlato con Zelensky, metterò fine alla guerra"
    20 Luglio 2024
  • Ue, Meloni: "Ci spetta un incarico di peso"
    20 Luglio 2024
  • Proteste Bangladesh, la polizia spara sui manifestanti
    20 Luglio 2024
  • Blocco informatico: i disagi non sono ancora finiti | Bbc: "Cancellati 6.855 voli in tutto il mondo"
    20 Luglio 2024

    Il Crowdstrike, sebbene in misura minore, continua a sortire effetti in tutto il pianeta. Le interruzioni dei voli continuano anche oggi: "stando alla società di dati sulle compagnie aeree Cirium, alle 10 erano 1.639 i voli cancellati in tutto il mondo", continua la Bbc. Tra i Paesi meno danneggiati dal tilt informatico c'è stata la Cina perché il Paese non dipende da Microsoft come il resto del mondo.

     

    Nella serata del disastro informatico, il nostro direttore generale dell'Agenzia per la cybersicurezza nazionale, Bruno Frattasi, ha spiegato che sarebbero servite ancora 24 ore per tornare alla normalità dopo i disservizi causati in tutto il mondo dal problema all'aggiornamento del software di sicurezza Crowdstrike. "Si sta piano piano tornando alla normalità in vari settori - ha detto  -, quello della Borsa e quello del traffico aereo stanno ancora accusando dei disagi ma c'è un ritorno graduale alla normalità. Io mi atterrei a questa prudenziale previsione". In Italia, su 3.999 voli ne sono saltati un'ottantina.

     

    A livello globale, tra le ricadute principali del disastro c'è la fatica per le aerolinee, ancora in queste ore, di trovare dei posti in cui sistemare i passeggeriai quali sono saltati i propri voli. Il blocco dei computer è caduto proprio in un venerdì di pieno luglio, con tante persone in viaggio per le vacanze estive e per il weekend: circa 110 mila i voli commerciali che erano previstia livello mondiale. Gli aerei sono quasi del tutto pieni e chi non parte ha poche possibilità di sistemarsi in un altro volo. Alcune compagnie hanno dunque aggiunto delle partenze e la maggior parte dei viaggiatori è stata spostata in altri velivoli entro il giorno successivo rispetto al proprio aereo.

     

     

    Un'altra questione che avrà ricadute anche sui prossimi giorni è quella dei risarcimentiper il viaggio e i rimborsiper le conseguenti spese aggiuntive in hotel, viveri e trasporti. In Europa il problema generato da cause di forza maggiore in teoria non comporterebbe responsabilità delle compagnie aeree. Diversamente negli Stati Uniti il Dipartimento dei Trasporti ha già fatto sapere alle aziende dei vettori che il guasto del software è da considerarsi all'interno del perimetro di loro competenza e quindi dovranno pagare alberghi e pasti ai viaggiatoriche hanno avuto i propri voli cancellati. Questo potrebbe spingere anche in Europa le associazioni che rappresentano i consumatori a chiedere un riconoscimento economico.

     

  • Meloni: "In Ue ho agito da leader europeo" | "L'Europa rischia di perdere visione e decisione"
    20 Luglio 2024

     

     

    "Su von der Leyen scelta coerente"  "Ho schierato l'Italia nel Consiglio europeo astenendomi sul mandato a von der Leyen, suggerendo a tutti di tenere in considerazione l'indicazione emersa dalle urne - ha sottolineato il premier parlando con il Corriere della Sera -. Giovedì, invece, ho schierato il mio partito, all'interno di un voto parlamentare, sul programma politico della prossima Commissione. È una distinzione fondamentale".

     

    "Il M5s mi insulta perché ho votato come loro - ha proseguito -, il Pd perché non ho votato come loro dopo aver loro stessi minacciato di non sostenere von der Leyen se si fosse azzardata a dialogare con me. E tutti insieme insultano i partiti del centrodestra per aver votato in modo difforme, esattamente come hanno fatto loro". "Penso di avere fatto una scelta di coerenza, non sulle mie posizioni, ma rispetto alle Europee il tema non è von der Leyen sì o no, il tema è quali siano le priorità di cui l'Europa deve occuparsi".

     

     

    "Sbagliato il metodo scelto per i vertici"  Ue rischia di perdere visione e decisione. All'Europa è mancata spesso la politica, che è visione e decisione. La ragione per la quale le cose rischiano di non funzionare nei prossimi anni è che il metodo scelto per indicare gli incarichi di vertice può compromettere entrambe le cose".

     

    Per il premier "se cerchi di mettere insieme tutto e il contrario di tutto, alleando forze politiche che non la pensano allo stesso modo su nulla, rischi di non avere una visione chiara. L'Italia è un Paese fondatore dell'Unione, uno dei più grandi e influenti Paesi europei - ha sottolineato ancora Meloni - Il nostro compito è contribuire a tracciare una rotta, non assistere in silenzio a cosa accade. Questa è stata la scelta di altri, ma non la condivido. Se porti la logica maggioranza-opposizione, che dovrebbe riguardare solo il Parlamento al livello degli incarichi apicali, pensati dai padri fondatori come ruoli neutri che garantissero tutti gli Stati membri, produci il rischio di ulteriori divisioni e dunque una maggiore difficoltà nel decidere".